Ricerca per
Articoli
Stacks Image 2339

Le parole che scegliamo

Siamo nati senza parole, senza avere nomi che potessero racchiudere i bisogni, le sensazioni e tutto il mondo fuori da noi, in una categoria.

Crescendo abbiamo imparato ad usare il linguaggio verbale, ad attribuire ad un suono preciso un insieme di concetti, creando una vera e propria traduzione: la prima traduzione.
Le parole sono delle forme nelle quale noi riversiamo dei concetti, dei contenuti soggettivi e solitamente condivisi con altri. Se leggo la parola ”gatto” apro la categoria nella quale racchiudo tutte le informazioni riguardanti ciò che so di questo animale; quando impariamo una nuova lingua, spostiamo il contenuto che abbiamo attribuito a gatto alla parola neko e avremo la possibilità di riferirci con maggiore successo ad un gatto se parliamo con un giapponese.

Tutto questo processo è diventato così rapido che, nella maggior parte dei casi, comunichiamo con il significante, le parole, senza pensare al significato, il contenuto. Siamo così abituati a farlo che verbalizziamo ogni singolo istante, ogni singola situazione che ci accade. Vivendo così una traduzione immediata tra la percezione della realtà e la sua elaborazione/condivisione.

È importante allora interrogarci su quanto siamo capaci di vivere un momento presente o quanto lo viviamo in differita attraverso le parole.

In molti casi percepiamo la realtà attraverso le parole che usiamo per descriverla, e sempre quando ci rivolgiamo al passato o progettiamo il futuro non possiamo far altro che utilizzare le parole.

Da questa considerazione appare evidente come la scelta di quali parole utilizziamo sarà il primo condizionamento che operiamo o subiamo e che questo sarà la base dalla quale compiremo le azioni e i pensieri che stiamo per formulare.

Vi lascio con un esempio che spero sia fonte di riflessione.

Guardando i risultati del vostro miglior collega pensate:
“Non sarò mai capace di superarlo”
oppure
“Non sono ancora capace di superarlo”

Le due risposte porteranno probabilmente a due azioni differenti e le azioni a due diversi risultati. Quale scelgo per me?

indietro
© 2017 semplicemente srl, Viale M.Finzi 587 Modena - P.I. 03493220366 scrivici